I nostri consigli

E’ il padrone che decide

lett_2106-1_big

Un aspetto fondamentale per impostare correttamente il rapporto con un cane, di qualsiasi tipo o razza, risiede nel controllo delle iniziative. Tutto, dal gioco al cibo, dal lavoro al riposo, dovrebbe essere avviato e concluso su iniziativa del padrone, cosi come avviene in natura dove la vita dei componenti di un branco è regolata dai ritmi e dalle decisioni del leader. Vi propongo alcune regole chiave a molte funzioni di capo branco ,guadagnando in serenità.

Mangiare
Il capo branco mangia per primo,sempre. Gli altri devono attendere che abbia terminato o egli permetta loro di avvicinarsi. Quindi, i nostri cani dovranno essere nutriti sempre dopo di noi. Dare cibo da tavola ovviamente è la negazione di quanto appena detto: genera confusione e quindi potenziali conflitti.

Dormire
La scelta dei luoghi dove dormire e riposare è fondamentale. In natura il leader alloggia nel posto più comodo, spesso sopraelevato e riparato della tana, mentre i gregari si dispongono in ordine decrescente di rango. Nessuno, eccetto i cuccioli nel periodo della prima infanzia, può dormire nel posto del leader; quindi, niente cani sul letto, ma nemmeno su poltrone o divani: i luoghi sopraelevati spettano ai soggetti di alto rango. Meglio una coperta comoda in un luogo gradito al vostro amico, anche la camera da letto se così desiderate.

Giocare
Il gioco è un elemento essenziale di un buon rapporto e base di tutte le attività cinofile: quando, dove, come e per quanto tempo durerà il gioco sarete voi a stabilirlo, ignorando gli inviti del vostro cane (magari chiamandolo a giocare appena si è rassegnato……inutile mortificarne la voglia di divertirsi con voi). In ogni caso scegliete giochi di collaborazione e mai di competizione fisica. Il gioco dovrà sempre cominciare e terminare di vostra iniziativa.

Ricognizioni del territorio – Accettazione intrusi
Il territorio di casa, dell’eventuale giardino e delle zone di passeggiata non dovrà essere investigato solo dal vostro cane. Ogni tanto il capo branco deve compiere una ricognizione dei possedimenti per accertarsi che nessun estraneo li invada, meglio quindi essere insieme al vostro cane durante i controlli mattutini e serali. Non è necessario ovviamente che vi mettiate ad annusare pali e pneumatici! Eventuali “intrusi” (postini,venditori, amici) devono essere accolti prima da voi, con il vostro cane possibilmente seduto o a terra in attesa degli eventi. I cani tendono infatti a generalizzare è quindi meglio chiarire loro che l’accettazione o meno di un visitatore dipende solo da voi.

Coccole e carezze
Anche i momenti di contatto sociale e di distacco devono essere gestiti il più possibile da voi. In natura nessun leader si sognerebbe di andare a sollecitare le attenzioni di un gregario: sarà quest’ultimo a rivolgersi al capo branco e comunque solo in determinate circostanze. Può sembrare strano e complicato perché uno dei motivi per cui amiamo i cani è che è bellissimo toccarli, accarezzarli, coccolarli e farsi coccolare da loro. Il contatto fisico riveste spesso un ruolo molto importante nel rapporto tra cani ed esseri umani, ma per guadagnarvi il ruolo di leader dovrete dominarvi, accettando le richieste di “coccole” solo nei momenti adeguati (uno dei momenti migliori è la gratificazione dopo un esercizio ben eseguito). Sottolineo che le indicazioni sopra esposte sono da ritenersi valide in linea generale ma non possono certo sostituire l’aiuto specifico nella risoluzione dei problemi di rapporto che può venire solo da istruttori qualificati ed esperti di comportamento canino.